6 modelli di email per ottenere e mantenere l'attenzione di un cliente

6 modelli di email per ottenere e mantenere l'attenzione di un cliente

Indice dei contenuti

Al giorno d’oggi avere un ottimo prodotto o servizio non è più sufficiente. I clienti non troveranno te, il tuo negozio, il tuo sito web o la tua pagina social solo perché hai avviato un’attività. Ecco perché devi muoverti per trovare clienti, l’acquisizione di clienti deve essere un obiettivo costante per le aziende. Anche le aziende di successo hanno clienti che smettono di acquistare per un motivo o per l’altro e questi clienti devono essere sostituiti per mantenere l’attività in equilibrio. Per facilitarti il compito abbiamo creato 6 modelli di email per ottenere e mantenere l’attenzione di un cliente da poter utilizzare per qualsiasi attività e settore.

Quando si parla di vendita, è più importante che mai utilizzare una comunicazione concisa ed efficace. Considerando l’enorme volume di e-mail che quotidianamente riceviamo, comunicare in modo chiaro, puntuale e pertinente è fondamentale. Non è facile farsi notare nella casella di posta delle persone!

I tuoi potenziali clienti non hanno il tempo di leggere e-mail lunghe e piene delle parole scontate. Assicurati che le tue e-mail non urlino “vendite”. Sii affabile, diretto e mettiti sempre al posto del tuo potenziale cliente per trasmettere valore. Ecco alcune cose da considerare quando scrivi un’email al tuo potenziale cliente:

COME SCRIVERE UN'E-MAIL A UN POTENZIALE CLIENTE

  • Dedica un po’ di tempo all’oggetto.
  • Presentati.
  • Considera dove si trovano i clienti nel percorso d’acquisto.
  • Elimina le loro paure e fornisci valore.
  • Spingi la tua proposta di valore.
 
1. Dedica un po’ di tempo alla riga dell’oggetto

Secondo le ultime stime, oltre il 40% dei destinatari apre le e-mail in base al solo oggetto. Questo vuol sottolineare il fatto che il tuo pubblico non leggerà il contenuto della tua e-mail a meno che non faccia prima clic sulla riga dell’oggetto che quindi deve essere accattivante in modo da costringere i destinatari a fare clic e leggere il contenuto.

Ecco cosa dovresti fare se vuoi scrivere delle buone righe per l’oggetto dell’email:

  • Usa la personalizzazione.
  • Poni una domanda convincente.
  • Usa un linguaggio conciso e orientato all’azione.
  • Sfrutta la scarsità e l’esclusività.
2. Presentati

Avrai maggiori probabilità di guadagnare terreno se già ti conoscono, ti apprezzano e si fidano di te. Ma per tutti coloro che devono iniziare?

Se non hanno mai ricevuto comunicazioni da te, racconta loro un po’ di te in un modo che sia caloroso e autentico. In sostanza, dovresti trasmettere chi sei e perché dovrebbero ascoltarti. Ad esempio, la tua introduzione di una e-mail di vendita potrebbe essere simile a questa:

“Mi chiamo [Nome] e sto contattando perché…”

La frase seguente potrebbe facilmente essere una domanda per rompere il ghiaccio o una breve introduzione per stabilire fiducia e autorità.

 

3. Considera dove si trovano i clienti nel percorso d’acquisto

Non ha senso vendere se non hanno ancora deciso un tipo di prodotto o servizio. Ecco perché è importante analizzare il tuo CRM e il comportamento degli utenti sul tuo sito web in modo da ottenere informazioni preziose.

Se hanno aderito al contenuto lead magnet (prodotto offerto gratuitamente in cambio dei contatti dell’utente) in una fase avanzata del funnel di vedita, puoi porre loro domande più mirate per guidarli all’acquisto. Se invece hanno aderito al contenuto in una fase inziale, potrebbe essere d’aiuto adottare un approccio più informativo ed educativo perché il loro comportamento indica che non sono ancora pronti per prendere una decisione.

 

4. Elimina le loro paure e fornisci valore

Devi sempre tenere in considerazione il fatto che nessuno vuole leggere un’e-mail di vendita ma invece vorrebbe ottenere aiuto per i suoi problemi. Devi essere in grado di stabilire empatia e rapportarti con loro fornendo valore.

Per esempio:

“Vedo che organizzi diversi eventi durante l’anno. So che può essere difficile attirare l’attenzione e l’interesse delle persone. Collaboro con aziende come Facebook e Google per aiutare a promuovere eventi di ogni tipo”.

 

5. Spingi la tua proposta di valore

Se nessun altro nel mercato offre servizi o prodotti come fai tu, devi dirlo e fornire prove a sostegno di ciò che dici. Puoi farlo tramite testimonianze, case study o statistiche interessanti. Tutto questo sarà ancora più efficace se l’utente potrà rivedere se stesso nelle prove che fornisci, cura dunque questi esempi cercando di includere ciò che è pertinente al tuo target di riferimento. Questo li aiuta a vedere la storia di successo dei tuoi clienti e a pensare: “Se possono farlo per loro, possono farlo per me”.

6 MODELLI DI E-MAIL DA INVIARE AI POTENZIALI CLIENTI

Ecco alcuni esempi che possono ispirare le tue tecniche di email marketing per vendere.

Un paio di avvertenze:

1. Questi esempi sono generalizzati rispetto alle e-mail che normalmente inviamo in modo da poter essere applicate a tutti i tipi di società e a tutti i tipi di categorie.

2. Puoi sicuramente diventare più creativo degli esempi di e-mail di seguito, ma fai attenzione a non diventare troppo confidenziale e poco professionale.

 

 

Primo incontro: e-mail di introduzione a potenziali clienti

Puoi utilizzare questa email come introduzione iniziale alla tua azienda. La chiave è trasmettere immediatamente la tua esperienza, oltre a chiedere l’incontro il prima possibile.

Email di introduzione a potenziali clienti

 

 
Primo incontro: e-mail di follow-up

Questa può essere utilizzata come seguito all’e-mail di cui sopra (il giorno successivo o comunque entro la settimana) e consiglierei l’oggetto: “Scusa, mi sei mancato”. Vediamo spesso tassi di apertura dal 30% al 40% con questa email. Ti consigliamo anche di introdurre un caso di studio per aumentare la tua autorevolezza.

 

Email di follow-up

 

 
Riunione: e-mail di follow-up

Diciamo che hai incontrato il potenziale cliente e hai fatto una prima chiamata o call per valutare i suoi bisogni e obiettivi. Se hai cicli di vendita a lungo termine, non chiuderai un affare dopo un primo incontro iniziale, quindi dovresti comunque tenere il potenziale cliente coinvolto passando al passaggio successivo.

Uno dei modi migliori per convincerli ad aprire l’e-mail di follow-up dopo una riunione è suscitare il loro interesse con un oggetto come “Questo potrebbe aiutare con [punto dolente che hanno menzionato]” o “Ecco le informazioni che hai richiesto”. A questo punto puoi richiedere di procedere nella trattativa con il modello seguente:

 

Email di follow-up alla riunione 

 

 
E-mail di proposta di vendita al cliente

Considera questa e-mail come un passo decisivo nella trattativa. Puoi fare riferimento ai diversi elementi fondamentali di una presentazione di vendita: problema, evidenziare il valore aggiunto, “come lo fai”, prove e storie dei clienti e una domanda coinvolgente.

Questa è l’e-mail orientata alle vendite più difficile che invierai. Rendila personale ma autorevole. Dimostra che il tuo prodotto o servizio può soddisfare davvero le loro esigenze e obiettivi specifici.

 

Email proposta di vendita al cliente

 

 
Post-proposta: e-mail di follow-up

Questa e-mail dovrebbe essere usata con parsimonia e solo se il tuo potenziale cliente è diventato evasivo. Questa e-mail solitamente riceve una risposta in quanto fa capire al potenziale cliente che anche se è evasivo o non ha tempo da dedicarti, tu sei rimasto al suo fianco.

È semplice ma efficace e continua a fornire al potenziale cliente l’opportunità di conoscere la tua azienda e sottolinea nuovamente la tua esperienza.

In genere, la risposta del potenziale cliente è di scusa e di apprezzamento. E anche se a questo punto non ottieni la vendita, almeno saprai se puoi andare avanti o no.

In genere vorrai utilizzare la riga dell’oggetto, “[Nome azienda] – Sei ancora interessato?”

 

Email follow-up post proposta

*Non scrivere “Spero che tu sia stato bene / abbia passato un buon fine settimana” a meno che tu non abbia effettivamente parlato con la persona.

 

 
Ultimo tentativo: e-mail di follow-up

È importante contattare i potenziali clienti più di una volta, ma è altrettanto importante sapere quando gettare la spugna. Devi capire quanto stai sprecando il loro tempo e sminuendo il tuo lavoro con potenziali clienti che non sono effettivamente pronti ad acquistare.

Questa e-mail dovrebbe essere utilizzata solo quando non puoi più perdere tempo a inseguire un potenziale cliente e devi spingerlo all’azione o chiudere (per ora).

 

Follow-up ultimo tentativo

Labseven può aiutarti a creare e gestire un’ottima campagna di email marketing che ti consentirà di contattare clienti e potenziali tali in modo da massimizzare le vendite dei tuoi prodotti o servizi.

Che stai aspettando? Compila il form o contattaci tramite email a [email protected]

lorenzo matarazzo

Lorenzo Matarazzo

CEO & Founder
Labseven.it

Ciao, sono Lorenzo Matarazzo: web designer, consulente SEO – SEM e fondatore di Labseven, una web agency che si occupa di digital marketing e web design. 

Il nostro obiettivo è aiutare professionisti e aziende a raggiungere i propri obiettivi di business sfruttando il web per trovare nuovi clienti. Per me e il mio team sarebbe un onore poter aiutare anche te, compila il form contatti e condividi con noi i tuoi progetti.

Labseven
Web Agency

FAI DECOLLARE IL TUO BUSINESS

✅ Realizzazione Siti Web

✅ E-commerce personalizzati

✅ Servizi SEO, SEM e Digital Marketing

✅ Restyling e Assistenza Siti Web

Potrebbero interessarti:

Labseven
Web Agency

FAI DECOLLARE IL TUO BUSINESS