Gestione social media: cos'è, come funziona e quali sono i prezzi?

Gestione social media cos'è, come funziona e quali sono i prezzi

Indice dei contenuti

La Gestione Social Media è diventata importante come non mai per professionisti e aziende. Nel mondo i Social Media come Facebook, Instagram, Linkedin, TikTok, Twitter, Telegram e Whatsapp vengono usati da più di 4 miliardi di persone.

In futuro useremo piattaforme che adesso sono poco diffuse o addirittura non ancora sviluppate. Questo è un volume di utenti gigantesco, ma soprattutto rappresenta un’enorme opportunità commerciale per le aziende che possono trovare moltissimi nuovi potenziali clienti.

Perché i clienti sono già sui Social Network e trascorrono su questi più tempo di quello che pensi: gli italiani, in media, guardano contenuti sui social per 120 minuti al giorno.

Fonte: Global Digital Report focus Italia 2022 – We Are Social

Chiedersi se un’azienda dovrebbe avere dei profili Social, non è più la domanda corretta.

La domanda giusta, quindi, non è più Social Media sì o no, ma Social Media COME?

Aprire gli account social di un’azienda è facile e veloce, ma popolarli di contenuti, far crescere i follower, creare engagement e trovare nuovi clienti è un lavoro a tempo pieno che richiede diverse attività e capacità: analisi, creatività, strategia, moderazione. Oltre a diversi professionisti: social media manager, copywriter, grafici, community manager, analyst, solo per citarne alcuni.

La gestione social aziendale è un lavoro di squadra.

GESTIONE SOCIAL MEDIA: Analisi del target, strategia e studio dei contenuti

La pubblicazione di un post sui Social Media è solo l’inizio di un lungo lavoro che deve partire da una fase di studio e pianificazione strategica accurata.

Per prima cosa, deve essere effettuata una valutazione globale del cliente: dalla natura del suo business e della sua azienda alla presenza online e identità social. A questo punto si procede con l’analisi dei competitor e la ricerca del target ideale da intercettare.

Sono molte le domande da porsi in questa fase prima di procedere.

È un business B2B o B2C? I clienti in target su quali Social passano più tempo? Quali sono le caratteristiche che possono differenziare dai competitor?

Quando è stata definita una strategia solida, si può iniziare a ragionare di contenuti.

I contenuti non devono parlare a tutti, devono parlare ad alcuni (le Buyer Personas) e devono farlo nel modo giusto, nel momento giusto e nel luogo giusto.

All’interno della fase strategica devono essere scelti i Social Media migliori per raggiungere il target. Non tutti i Social sono uguali: cambiano sia la tipologia di utenti che la modalità di utilizzo da parte di questi.

Una volta scelte le piattaforme e individuato il target, si può procedere allo studio dei contenuti. Questa è una fase molto importante che consente di definire correttamente l’identità del brand e permettere una migliore gestione sui Social Media.

Per ogni piattaforma Social troviamo diverse caratteristiche sia per quanto riguarda i formati dei media che per l’intento di utilizzo. Ecco perché i contenuti devono essere adattati al tipo di piattaforma scelta.

Ad esmpio, un utente su Linkedin cerca contenuti informativi, un utente su Facebook tendenzialmente cerca contenuti di intrattenimento, un utente su Instagram cerca ispirazione in generale ma anche per gli acquisti.

Creazione del piano editoriale

Il Piano Editoriale rappresenta le fondamenta di una gestione dei Social Media efficace. Esso, infatti, è ciò che lega la strategia e l’operatività. Comprende le informazioni strategiche, i contenuti e la loro pianificazione.

Primo passo per la creazione del PED è la ricerca degli argomenti adatti alla comunicazione dell’attività e agli obiettivi aziendali che sono stati individuati.

Il Piano Editoriale tiene conto di quali argomenti dovranno essere trattati (che siano prodotti, servizi, eventi o tematiche) per poter iniziare a definire l’attività di creazione dei contenuti.

Creazione dei contenuti per i social

I contenuti Social sono composti quasi sempre da 2 parti ben distinte:

  • Il copy
  • Il media
 

Sempre più spesso questi due elementi si combinano in un contenuto “copy media“, come ad esempio le infografiche.

Al giorno d’oggi le Foto, i testi e i video da soli non riescono a catturare l’attenzione degli utenti nei feed dei Social media. Questi ormai non attraggono l’utente e, se lo fanno, non sono in grado di fornirgli tutte le risposte che può avere sul prodotto o servizio che stai promuovendo.

Ecco perché è di fondamentale importanza che un post sia meticolosamente studiato in ogni sua componente. In aggiunta si deve essere in grado di saper sfruttare al meglio il formato che la piattaforma Social mette a disposizione.

Il copy

Si intende per Copy il testo di accompagnamento di un post, ad esempio una descrizione dettagliata di un prodotto o una semplice catch phrase di claim. Chi si occupa di creare il copy è il copywriter o content editor che sceglie lo stile narrativo e sintetizza il messaggio che si vuole veicolare in poche righe. Nei casi in cui si renda necessario, ad esempio se si vuole pubblicare un “long post” che ben si adatta allo stile di comunicazione di Facebook, il copywriter potrà anche creare testi composti da molte parole. 

Il media

Anche se le parole rimangono il più comune mezzo comunicativo, ciò che cattura maggiormente l’attenzione dell’utente quanto scorre i feed dei Social Media non sono i testi.

Infatti ciò che fa interrompere lo scorrere verso il basso di un utente e lo fa fermare su un contenuto sono i Media, ovvero i contenuti visivi: video, foto, illustrazioni e infografiche.

Non è necessario sottolineare quanto la comunicazione fotografica sia molto più immediata rispetto alla comunicazione scritta, essa riesce a catturare l’attenzione dell’utente in un attimo.

La scelta dei formati, dei design e la loro realizzazione si dividono tra varie figure:

  • Graphic Designer si occupa di realizzare la grafica
  • Video Editor provvede alla creazione di formati video
  • Motion Graphic Designer è specializzato nella produzione di animazioni video.
 

I professionisti appena elencati si occupano di lavori estremamente delicati che richiedono grandi capacità nell’utilizzo di software specifici, ottimo gusto estetico nella scelta di forme e colori e, soprattutto, il continuo aggiornamento sulle nuove tecnologie e i nuovi formati di comunicazione digitale.

Il copy media

La parte testuale che completa il Media è l’ultimo tassello necessario a completare l’opera. può trattarsi di una claim inserita in una grafica, di testi che accompagnano un video o di una voce narrante di un filmato.

Realizzato dal Content Editor, serve a rafforzare il messaggio comunicativo. Non deve essere una ripetizione del copy, piuttosto una sintesi di questo con l’obiettivo di catturare l’attenzione dell’utente e dargli più informazioni nell’immediato. Spesso è complementare al copy oppure ha uno scopo preciso: ad esempio un’infografica per fornire dettagli e informazioni aggiuntive.

Pubblicazione dei contenuti

Dopo il completamento della fase preliminare che abbiamo appena analizzato, si procede alla pubblicazione dei contenuti tramite l’utilizzo degli strumenti di pubblicazione dei Social Media che abbiamo scelto di sfruttare.

Una valida alternativa a questi ultimi sono i tool di pubblicazione esterni ai social in network che facilitano la gestione del posting: consentono ad esempio di programmare e pubblicare un post su più piattaforme diverse contemporaneamente. Alcuni tra i più conosciuti sono Buffer, Social Sprout, Hootsuite e il modulo marketing di HubSpot.

A questo punto il lavoro di pubblicazione non è ancora finito, ci sono ancora molte domande alle quali rispondere:

  • quali hashtag scegliere?
  • chi taggare?
  • inserire il geotag o no?
  • l’orario di pubblicazione migliore?
  • riprendere il post come Storia o no?
  • pubblicare in italiano o in inglese o entrambe?

Community management e monitoraggio del sentiment

Arrivati a questo punto siamo online ma non è ancora finita! Le scelte strategiche, la creazione dei contenuti e la pianificazione sono tutti processi aziendali. Adesso la palla passa agli utenti che decideranno se il contenuto è “buono o cattivo”, se funziona o no, se è un contenuto di valore oppure no e se è pertinente ai loro bisogni e interessi.

Il Community Manager, entra in azione proprio adesso, è un professionista con le competenze adatte a monitorare il comportamento e le azioni degli utenti sui Social Media aziendali ed eventualmente agire per conto dell’azienda.

Una policy di moderazione è di fondamentale importanza per dare all’agenzia la possibilità di gestire i commenti sia positivi che negativi. Moderare i commenti, rispondere alle domande e assistere i clienti nel pre e post vendita sono attività molto delicate e decisamente time consuming, ma sono estremamente importanti per capire che impatto ha l’utilizzo dei Social Media sul brand e sull’azienda.

Arrivati a questo punto il contenuto è nelle mani degli utenti che avranno uno strumento di interazione con l’azienda alternativo ai canali tradizionali. Le interazioni non si possono “controllare” ma si possono e si devono monitorare e moderare, visto che siamo su canali pubblici, visibili da chiunque.

Sono molti i tool online per il monitoraggio dei commenti che consentono di monitorare le conversazioni all’interno dei Social Media aziendali e permettono ai community manager di poter intervenire tempestivamente (in autonomia o dopo un confronto con il cliente).

Esistono anche tool che consentono, oltre al monitoraggio, anche l’analisi del sentiment degli utenti e delle loro interazioni in modo da capire se sono positive o negative. In Labseven utilizziamo maggiormente Brandwatch e Talkwaker.

Report dei risultati

Al giorno d’oggi è fondamentale, per ottenere una Gestione Social Media efficace, utilizzare un approccio data driven. Ciò si rivela utilissimo sia nella fase di realizzazione della strategia che nella successiva fase di gestione.

Le piattaforme Social forniscono insight molto utili quando si vogliono controllare le performance e gli andamenti sia dei profili che dei contenuti. Normalmente i KPI (KEy Performance) da analizzare sui Social sono:

  • CTA (Call To Action, clic sulle chiamate all’azione
  • Interazioni (reazioni, condivisioni, commenti)
  • Copertura (persona raggiunte dai contenuti pubblicati)
  • Impressioni (numero di volte in cui compaiono i contenuti)
  • Tasso di engagement (coinvolgimento)
  • Fan o follower delle pagine Social
  • Composizione dell’audience
  • Visualizzazioni video
 

Anche in questo caso possono essere d’aiuto tool esterni che forniscono ulteriori dati utili. Non esistono però piattaforme o software che forniscono un’analisi completa dei dati. Infatti un’analisi dei dati esaustiva per ottimizzare la gestione dei Social necessita di:

  • La centralizzazione che consente di unire i dati di diversi Social Network in modo da ottenere una visione complessiva dei dati.
  • L’analisi qualitativa che, entrando nello specifico, riesce ad individuare quali contenuti hanno migliori performance e quali sono le buyer personas più adatte all’attività del cliente. 
 
In Labseven abbiamo sviluppato un software che consente una gestione eccellente dei Social: oltre a fornire in tempo reale tutti i dati fondamentali dei principali Social, consente un’analisi qualitativa sia di contenuti che di audience.

GESTIONE SOCIAL MEDIA: Prezzi

Partiamo subito con il confermare che, come nella maggior parte dei servizi di digital marketing e comunicazione online, non esiste un listino prefissato, una media calcolata tra le migliori web agency d’Italia è questa:

  • Si può partire da 1.800 euro anno (circa 149 euro al mese) per attività di consulenza, gestione Social base e supporto.
  • I costi variano tra i 300 e i 1.000 euro al mese per gestione di due Social e una frequenza di pubblicazione che va dai 2 ai 4 contenuti settimanali.
  • Arrivano a 1.500 euro al mese per gestione completa dei principali Social aziendali (solitamente Facebook, Instagram e Linkedin) in mercati nazionali e internazionali e con community che vanno oltre i 15.000 mila fan o follower.
 

Molti parametri influenzano i prezzi della gestione dei Social Network:

  • Obiettivi: sono ciò che maggiormente influenza il prezzo di una gestione Social. Infatti le risorse da dedicare a un cliente vengono determinate da ciò che questo vuole raggiungere, come ad esempio il numero di persone da raggiungere, il numero di interazioni e soprattutto l’autorità e rilevanza che vuole raggiungere nel proprio bacino di utenti.
  • Numero di pubblicazioni settimanali: il valore della gestione Social non si basa solo sul numero di contenuti che però è un fattore fondamentale per la visibilità.
  • Numero e tipologia di Social da gestire: ogni social media ha caratteristiche peculiari e ha bisogno di strategie e contenuti dedicati.
  • Consulenza e/o gestione condivisa: una consulenza strategica sui piani editoriali può essere periodica o una tantum, l’impostazione strategica e operativa di questa consente ai clienti di gestire in autonomia i suoi account in modo totale o parziale.
  • Tipologia di azienda e business: le aziende operano in mercati diversi (locale, nazionale o internazionale), hanno target differenti (B2B – aziende o B2C – consumatori) e community uniche per tipologia e dimensione. Tutto questo vuol dire che ogni azienda necessita di una gestione personalizzata sia dal punto di vista della strategia che della creazione di contenuti.
 

Un ultimo avviso per professionisti e aziende. Affidate la Gestione Social Media a un’agenzia web in grado di sviluppare progetti rilevanti che portino a voi e alla vostra attività risultati concreti e con un ottimo ritorno sull’investimento.

Hai bisogno di più informazioni? Vorresti un Gestione Social Media efficace? Ti piacerebbe avere un preventivo personalizzato? Che stai aspettando! Compila il form o contattaci tramite email a [email protected]

lorenzo matarazzo

Lorenzo Matarazzo

CEO & Founder
Labseven.it

Ciao, sono Lorenzo Matarazzo: web designer, consulente SEO – SEM e fondatore di Labseven, una web agency che si occupa di digital marketing e web design. 

Il nostro obiettivo è aiutare professionisti e aziende a raggiungere i propri obiettivi di business sfruttando il web per trovare nuovi clienti. Per me e il mio team sarebbe un onore poter aiutare anche te, compila il form contatti e condividi con noi i tuoi progetti.

Labseven
Web Agency

FAI DECOLLARE IL TUO BUSINESS

✅ Realizzazione Siti Web

✅ E-commerce personalizzati

✅ Servizi SEO, SEM e Digital Marketing

✅ Restyling e Assistenza Siti Web

Potrebbero interessarti:

Labseven
Web Agency

FAI DECOLLARE IL TUO BUSINESS